Dal DEEP STATE al CORONAVIRUS VERSO il DOMINIO MONDIALE E OLTRE

Padroni del Mondo

 

Roberto Pinotti1 di Roberto Pinotti (tratto dalla sua pagina Facebook)

 

Quando guardo alla politica italiana e internazionale e leggo i commenti dei vari “politologi di corte” mi viene da ridere per la cecità che l’inconsapevole elettorato dimostra.

Nel mio libro I SIGNORI DEL MONDO ho ampiamente parlato del “Nuovo Ordine i signori del mondo 155795Mondiale” e delle sue strutture globalizzate che da tempo pilotano i politici di turno da “dietro le quinte” verso un mondo sempre più controllato e controllabile in cui solo accennare al tema degli UFO e degli extraterrestri è il tabù dei tabù in quanto l’ammissione della realtà del fenomeno farebbe fatalmente saltare il banco di questo occulto e infame sistema di potere, che in USA è raccordato con il cosiddetto “Deep State”.

Il recente concetto di “Deep State” o “Stato profondo” è entrato nel dibattito politico con le elezioni presidenziali USA del 2016. Trump lo ha spesso usato espressamente per attaccare le agenzie governative che, a suo giudizio, non hanno indagato completamente sulla sua chiacchierata rivale democratica Hillary Clinton. E da quando è stato eletto, Trump ha sostenuto che questo Stato profondo, che a suo dire coinvolge il Dipartimento di Giustizia, le Agenzie federali e di Intelligence dal FBI alla CIA e alla NSA, l’ex presidente Barack Obama e la stessa Clinton, mira a delegittimare il suo mandato colpendone gli obiettivi politici.

Un recente sondaggio della Monmouth University nel New Jersey ha svelato che la maggioranza dell’elettorato USA crede che chi governa realmente il Paese sia lo Stato profondo, il cosiddetto Deep State.

Quelli che conoscono il termine sono pochi, non raggiungendo neanche il 25 per cento degli interrogati. Ma quando il termine viene descritto “come un gruppo di funzionari governativi e militari non eletti che segretamente manipolano o dirigono la politica nazionale”, i tre quarti degli interrogati affermano di credere che questo tipo di apparato esista effettivamente a Washington e che abbia un potere reale.

Solo 1 su 5 afferma che non esiste o che ci crede poco. I repubblicani e gli indipendenti sono i più convinti dell’esistenza di questo Stato profondo, e quest’ultimo è stato giustamente associato al “Complesso Militare–Industriale” già denunciato dal Presidente Dwight D Eisenhower e al quale si fa risalire già negli anni Sessanta l’assassinio del Presidente Kennedy, di suo fratello Robert e di Martin Luther King e il concetto di “double government” poi espresso da Obama, che pur avendo così colloquialmente definito la realtà che i politologi David Wise e Thomas Ross nel 1964 avevano già chiamato “The Invisible Government” con riferimento alle attività “coperte” della CIA, non ha mai fatto nulla per contrastarlo, dando perfino corpo all’idea di una sua strumentale elezione “di facciata” atta a dare ai progressisti americani l’illusoria soddisfazione che anche quello che il Deep State considerava “uno sporco negro” – operativamente depotenziato come in effetti Obama si è poi dimostrato essere - potesse arrivare alla Casa Bianca mentre in pratica nulla o quasi cambiava.

In realtà non c’è niente di strano, il potere effettivo è da tempo e un po’ dovunque esercitato non tanto dai politici eletti che via via si avvicendano, ma dagli inamovibili “boiardi di Stato”, dai burocrati e dai militari cui Presidenti e Premiers vari sono quasi sempre costretti a delegare poteri. In USA (come altrove) è questo il Deep State, ormai assurto a livello planetario al di sopra dei leader politici di facciata.

Un referto dell’Ispettore Generale dell’Esercito USA ha segnalato che nell’anno fiscale 2015, miliardi di dollari non apparivano giustificati nei libri contabili.

Esercito Usa

immagine da indiscreto.info

Come può mai essere che le spese che non avevano precisa destinazione e a cui non corrispondevano fatture o ricevute, superassero di oltre 10 volte il bilancio annuale del  Pentagono? Si è poi appurato che, per il periodo 1998-2015, le spese per la Difesa non giustificate da fattura o ricevuta ammontavano a 21 mila miliardi di dollari, detti anche 21 trilioni (ovvero migliaia di miliardi).  O ancor meglio espressa come 21×1012uscendo così dall’umano ed entrando nelle misure astronomiche. Questa cifra, si badi, di fronte a bilanci ufficiali (ossia autorizzati dal Parlamento USA) che, nei 18 anni, è pari a $ 8600 miliardi, ossia a quasi tre volte meno delle spese effettive.

Negli stessi 18 anni, anche il Department of Housing aveva le spese non giustificate: 350 milioni di dollari su bilanci  autorizzati complessivi di 781, indizio evidente di scarsa correttezza dell’apparato pubblico USA e della presenza di un “Deep State”. E’ questo Deep State quello che un Julian Assange ha messo in croce con Wikileaks.

Nulla di strano, dunque, che Trump stia guadagnando terreno. Indicato come grezzo, maschilista, superficiale e incompetente dai suoi critici, nondimeno egli si è dimostrato un businessman accorto che ha risanato l’economia statunitense e un campione dell’antipolitica in grado di sparigliare le carte spiazzando proprio in quanto tale gli avversari e muovendosi a 360 gradi.

Così sta facendo pulizia nell’establishment dell’Intelligence, della politica estera, della FED (Federal Reserve) e ora tagliando i fondi alla Organizzazione Mondiale della Sanità accusata di avere insabbiato la diffusione del Coronavirus e di essere troppo filo-cinese.

L’“esperto” di Trump sul Coronavirus è Anthony Fauci, direttore dell’Istituto Nazionale delle Malattie Infettive e fautore della quarantena senza limiti “finché non arriva il vaccino”.  Egli ha lavorato a fianco di Bill Gates al Global Vaccine Action Plan, partenariato pubblico-privato fra l’OMS, l’UNICEF e la Bill & Melinda Gates Foundation. Di fatto il Global Vaccine Action Plan è – come dice il suo nome – l’organo con cui Bill Gates spinge per applicare a tutti, cominciando dal Terzo Mondo, Tatuaggio quanticoil suo cosiddetto tatuaggio quantico (vedi foto a destra da renovatio21) con  le informazioni sulle vaccinazioni che la persona ha subito, e  quelle che le mancano ancora.  L’invenzione, annunciata in pompa magna dal MIT nel dicembre 2019, era stata finanziata da Gates … attraverso Jeffrey Epstein,

il pedofilo morto in carcere in controverse circostanze, che come si ricorderà ad un certo punto della sua breve vita aveva sviluppato un improvviso interesse filantropico per la scienza, alla quale aveva dedicato donazioni e inviti di celebri scienziati e personalità nella sua ben nota “isola delle femmine” (di cui Gates, al pari del Principe Andrea della Famiglia Reale britannica, è stato frequente ospite come anche un Bill Clinton).

 

Alcune voci a Washington hanno giudicato l’epidemia di coronavirus il piano B se fosse fallito l’impeachment di Trump” scioltosi poi in effetti come neve al sole, e come dimenticare che Bill Gates si (e ci) prepara da anni all’epidemia e ai rigori di questa cui  ci sta obbligando, dalla chiusura in casa all’impoverimento generale?  

BillGates Yahoo financeBill Gates (foto Yahoo Finance) che abbandona il vertice della Microsoft proprio ai primi di marzo, per dedicarsi totalmente alle sue filantropie anti-virali che studia da anni?  E il 18 ottobre 2019, a New York, con la sua Bill and Melinda Gates Foundation, insieme al Forum di Davos e  alla John Hopkins , ha  organizzato e presieduto lo “Event 201” , una esercitazione dove importanti intervenuti simulavano  come affrontare   un’epidemia provocata da un nuovo coronavirus trasmesso dai pipistrelli ai maiali alle persone, che alla fine diventa efficacemente trasmissibile da persona a persona, portando a una grave pandemia. L’agente patogeno e la malattia che provoca erano modellati in gran parte sulla "SARS”, e la simulazione sperimentava ”una cooperazione affidabile tra diversi settori, governi nazionali e istituzioni internazionali chiave”.

Significativo che il suddetto Anthony Fauci, allora direttore dell’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive (NIAID), avesse già scritto sulla rivista professionale Healio: Non c’è dubbio” che il nuovo presidente (Trump, n.d.a.) dovrà affrontare una malattia infettiva a sorpresa. “Saremo sicuramente sorpresi nei prossimi anni”, ha scritto. “I rischi non sono mai stati più alti”.

Fauci1

foto da Detroit News

Ma da dove veniva a Fauci tale chiaroveggenza e sicurezza? Egli lasciava la parola a noti epidemiologi, i quali già lamentavano in anticipo l’impreparazione di cui avrebbe dato prova “il palazzinaro divenuto politico repubblicano” nell’affrontare la pandemia prossima ventura.

A questo punto viene da chiedersi da quanto tempo il COVID 19 si è manifestato in Cina e poi in Europa. Forse da prima di quel che dicono i rapporti? O qualcuno sapeva cosa sarebbe successo quando tutti lo ignoravano o lo sottostimavano?

Sia come sia, è un fatto che a dicembre l’Hedge Fund Bridgewater Associates aveva puntato miliardi di dollari sul crollo delle Borse nel mese di Marzo.

Strano, no? Come si poteva mai prevedere il crollo delle borse per il mese di marzo che poi c’è stato?

Comunque sia, oggi il coronavirus ha graffiato anche il più grande Hedge Fund manager globale e lo ha spinto a un inedito “outing”. Ray Dalio, che a capo di Bridgewater Associates con masse per 160 trilioni di dollari è il maggiore gestore alternativo del mondo e che nei mesi scorsi aveva scommesso miliardi sulla discesa delle borse europee, deve registrare perdite anche nei suoi fondi…

 

In ogni caso, oggi che si comincia a prendere coscienza che il COVID 19 non avrebbe affatto origini naturali, resta un interrogativo di fondo, se si tratta di un agente batteriologico ingegnerizzato per fini medici ovvero militari diffusosi incidentalmente o intenzionalmente dalla Cina, chi sapeva cosa? Che il Governo cinese abbia tardivamente detto al mondo cosa stava succedendo è comunque un fatto, che non a torto Trump ha infine stigmatizzato.

Oggi il generale Jerome Jerry Adams, massima autorità sanitaria delle forze armate USA, ha annunciato che la task force americana sul coronavirus ha abbandonato i modelli “predittivi” sull’epidemia dell’OMS dominata da Bill Gates e raccomandati da Anthony Fauci, adottando invece dati reali basati sui test effettivamente fatti, ciò perché “in quei modelli definiti gonfiati e “basati sulla paura”, sono state propagandate le morti di milioni in tutto il mondo e centinaia di migliaia in America.

Questi sono stati usati come base per quella che molti esperti hanno definito una ”risposta gravemente sproporzionata”, è un siluro diretto a Bill Gates e al suo uomo Fauci che freneticamente stanno girando tutte le tv in un tour mediatico “minacciando il pubblico che le aziende potrebbero non riaprire per sei mesi o un anno, o fino a quando i governi non acquistano la loro vaccinazione convenientemente brevettata per grandi prodotti farmaceutici”.

anthony fauci 1

Si ricordi che Anthony Fauci, apparso a fianco di Trump nelle conferenze stampa (foto Time Magazine) sul coronavirus e da lui incaricato della lotta all’epidemia, è peraltro un ammiratore sfegatato di Hillary Clinton; esistono mail nel 2013 in cui esprime addirittura la sua venerazione per la ministra degli Esteri di Obama.  Alla segretaria di Hillary, Fauci scrive: “Per favore, le dica che l’amiamo e che siamo molto fieri di conoscerla”. Se la Clinton fosse diventata presidente, la tensione con la Russia sarebbe salita al calor bianco con il rischio di un confronto militare.

Prima ancora dell’economia, l’elemento che sta dividendo l’elite nel mondo “occidentale” è la volontà di una sua parte (Rothschild e Eredi di Rhodes & Kitchener, che a tal fine puntavano su Hillary Clinton) di arrivare ad uno scontro con la Russia (e la Cina). All’opposto, e nonostante tutte le apparenti contraddizioni e cambi di rotta, Trump rimane tuttora aderente al proprio obiettivo, prevedente (a scapito dell’industria degli armamenti e di certi ambienti militari) un modus vivendi con Russia e Cina. Tanto è che a sorpresa si è assistito all’incontro del Presidente USA con il dittatore della Corea del Nord.

Donald Trump Kim Jong Un Hanoi summit Stati Uniti USA Corea del Nord

(foto da L'Indro)

Mentre si tende così pure a non fare precipitare i pur tesi rapporti con l’Iran.

Nondimeno, come osserva Maurizio Blondet, lungi dall’essere un santo o un cavaliere senza macchia e senza paura, Trump si sforza in effetti con coerenza di porre fine alle guerre all’estero, riportare a casa i soldati americani sacrificati in Afghanistan e Medio Oriente, smantellare la NATO, ripulire la CIA, ottenere il controllo della Federal Reserve, tagliare legami non utili con alleati stranieri, abolire il sistema finanziario Swift, demolire il potere di propaganda dei media, drenare la palude dello Stato Profondo che gestisce le agenzie di spionaggio e disabilitare il “governo ombra” che si nasconde in seno al Council on Foreign Relations, alla Commissione Trilaterale e, aggiungiamo noi, al Gruppo di Bilderberg ed altre varie strutture consimili, e in questo è indirettamente aiutato da Vladimir Putin cui tutto ciò fa buon gioco.

 

paul craig robertsPaul Crag Roberts, economista, polemista ed ex reaganiano, dopo aver ricordato che è stato “ Donald Trump a rendere popolare l’espressione «fake news» per convincere i cittadini americani, e anche la popolazione mondiale, che in effetti “i media mentono sempre”, ha detto che egli è “il primo e unico presidente americano ad affrontare il peggior difetto collettivo dell’umanità: la totale ignoranza della realtà”, essendo oggi noi tutti credenti che “la realtà” siano le scene, i fondali e le quinte intercambiabili che ci presentano in termini illusori le tv e la “società dello spettacolo”...è’ oggettivamente difficile dargli torto.

Nei fatti Trump sta evidentemente combattendo contro il Deep State, mentre il “governo ombra” che lo osteggia sta ancora impartendo ordini diretti all’interno della CIA e nella NATO in nome di banchieri, industriali, multinazionali e lobbies varie, per cui è altresì evidente che il Presidente non ha un pieno controllo sui militari e su vari apparati dello Stato, ma non per questo molla.

E a lui, che lo si guardi con simpatia o con antipatia, va se non altro il merito di avere parzialmente smascherato tutto ciò agli occhi del mondo, pertanto, per neutralizzarlo, in caso di rielezione il Deep State dovrà fare di tutto per assassinarlo, come ha fatto con Kennedy che lo ha ugualmente combattuto facendo direttamente riferimento ad esso in un suo noto e criptico discorso pubblico:

John Kennedy da firenze post

(foto da Firenze Post)

Signore e Signori,

proprio la parola ‘segretezza’ è ripugnante in una società libera e aperta e noi siamo un popolo storicamente e intrinsecamente contrario a procedure segrete, ad associazioni segrete, a giuramenti segreti e ad atti segreti perché siamo contrastati in tutto il mondo da una cospirazione spietata e monolitica che si sostiene principalmente su strumenti segreti per estendere la propria sfera di influenza con l’infiltrazione piuttosto che con l’invasione, con l’eversione in luogo delle elezioni, e basandosi sull’intimidazione invece che sulla libera scelta. È un sistema che ha i suoi coscritti, grandi risorse umane e materiali per la costruzione di una macchina altamente efficiente che combina operazioni militari e diplomatiche, servizi segreti, economia, scienza e politica. L’organizzazione è segreta, non pubblica.

I suoi errori vengono nascosti e non pubblicizzati. Nessuna spesa da approvare, nessun segreto che viene alla luce. Ecco perché il legislatore ateniese Solone definì un crimine per un cittadino l’astensione dal dibattito. Sono a chiedere il vostro aiuto nel tremendo compito di informare e allertare gli americani, fiducioso che col vostro aiuto l’uomo sarà ciò per cui era nato: libero e indipendente….

 John Fitzgerald Kennedy 27 Aprile 1961

Discorso rivolto all’Associazione Americana Editori di Quotidiani

Già allora Kennedy faceva riferimento a quelli che l’ex Ministro Tremonti (foto da investireoggi.it) tremonti investire oggiha più volte avuto il coraggio di chiamare esplicitamente (e lo ha  fatto ancor oggi, il 15 Aprile scorso, su RAI Due) “i cosiddetti Illuminati”, ovvero i teorici transnazionali del Nuovo Ordine Mondiale che in USA operano unitamente all’Alta Finanza di Wall Street e alle Multinazionali con il Deep State e che Trump si è trovato di fronte a dispetto delle sue prerogative presidenziali e che necessariamente contrasta. (QUI Giulio Tremonti in Le Tre Profezie - RAI Cultura)

E’ una situazione simile a quella delineata da un vecchio e pregevole film d’essai polacco di Jerzy Kawalerowicz del 1966, IL FARAONE, in cui un giovane monarca egizio, salito alla morte del padre sul trono, scopre che i veri governanti dell’Egitto erano al di là del formale ruolo di facciata di Re-Dio i Sacerdoti di Amon-Ra e deve pertanto ingaggiare con loro una guerra senza quartiere…

Comunque la verità l’ha detta lo stesso “The Donald” il 20 marzo scorso, quando in conferenza stampa, ha chiesto scanzonato ai giornalisti: “Avete altre domande? Perché il dottor Fauci deve andare subito al Dipartimento di Stato, o meglio del Deep State”. Al che sul volto di Fauci, e degli altri dietro Trump, si è vista stampata un’espressione inesprimibile a parole ma più che mai significativa. “Castigat ridendo mores”, dicevano i latini.

Il fatto che poi non pochi dei personaggi collegati o collegabili al Deep State – da Wall Street a Hollywood e dal Pentagono a Internet fino a certe elitarie quanto bieche “Fratellanze” esclusive (gli Skull and Bones, il Bohemian Grove e via dicendo) - abbiano manifestato e manifestino individualmente nel loro sistemico e narcisistico delirio di onnipotenza e nel loro fisiologico desiderio di esperienze estreme e di volute forme di trasgressione (in campo ritualistico-religioso, sessuale, dell’assunzione di droghe, alimentare e quant’altro) simpatie o  frequentazioni riferite ad oscuri ambienti collegati anche a forme di esoterismo di stampo occultista ed esplicitamente satanista ha infine portato molti a definire con tale termine gli ambienti che ne fanno parte, legati ai potentati transnazionali autori della globalizzazione. (foto da wikipediaSimbolo satan

Ultimamente hanno colpito e sconcertato le interviste dell’attore e regista Mel Gibson al riguardo. Sì, proprio il protagonista del film “Conspiracy Theory” (Ipotesi di complotto). “Nomen omen”, dicevano i latini.

Egli afferma di essere stato introdotto nell’anno 2000 in un elitario “giro” di Hollywood di cui tutti gli “addetti ai lavori” o quasi saprebbero, come denunciò anche Stanley Kubrick nel film “Eyes wide Shut”. Il caso di Weinstein sarebbe ben poco al confronto. Gibson parla infatti di una vera e propia “macchina di potere” unica, dove quasi tutti sanno ma tacciono e in cui, per aderire al successo, bisogna forzatamente partecipare (anche solo assistendovi) a pratiche orrende (per poter poi essere ricattabili, ricattati e controllati dalle stesse élites dello “Star System” americano).

Molti proprietari di case cinematografiche sono poi gli stessi di quelle di produzioni musicali, stiamo parlando pertanto degli stessi personaggi. Si tratterebbe delle medesime pratiche che la Tradizione indica come comuni nelle città bibliche di Sodoma e Gomorra governate dai perversi monarchi Nephilim, figli degli “Angeli Caduti” confinati sulla Terra e unitisi alle donne terrestri dopo la loro sconfitta nei cieli. Città “distrutte per mano divina per la loro iniquità con zolfo e fuoco caduti dal cielo” dagli Angeli Celesti. Si trattava di pratiche implicanti perversioni sessuali contro natura, copula con animali, pedofilia e al top sacrifici umani di neonati con tanto di cannibalismo rituale e ingerimento del sangue della vittima, come riferisce la Genesi e la tradizione ebraica.

Il Cristianesimo, ai fini di un loro parziale ma innocuo recupero rituale, le ha poi in parte traslate simbolicamente ed “in positivo” nella comunione, dove la vittima sacrificale, il Cristo-Agnello di Dio immolato, diventa oggetto di una concreta teofagia attraverso il pane-ostia divenuto “corpo della divinità” e con tanto di vino che simula il sangue un tempo consumato anch’esso dagli officianti. Si tratta di pratiche rituali diffuse nell’antico Medio Oriente pre-cristiano come pure nell’America precolombiana presso gli Aztechi e oggi reiterate in nome di forme del tutto deviate di esoterismo. Le accuse di Mel Gibson rivolte ai vertici di tale sistema sono sconcertanti ma anche estremamente pesanti ed esplicite:

Gli studi di Hollywood sono intrisi di sangue di bimbi innocenti. il consumo di ”baby blood” (sangue di infanti, n.d.a.) è così popolare a Hollywood che funziona fondamentalmente come una valuta a sé stante. Le élites di Hollywood sono un nemico dell’umanità che agisce continuamente in contrasto con i nostri migliori interessi infrangendo ogni tabù dato da Dio all’uomo, inclusa la santità dei bambini.

 Universal Studios Hollywood recorte wikipedia

(immagine da Wikipedia)

Parlando di “pedofili”, Gibson ha così definito le élites hollywoodiane:

“Sono intrise del sangue di bimbi. Mangiano la loro carne. Credono che questo dia loro forza vitale (questo concetto è alla base del cannibalismo rituale ovunque praticato in passato, n.d.a.)… Se il bimbo (immolato) ha sofferto nel corpo e nella psiche prima di morire, credono che questo trasmetta loro una forza vitale extra”… Non è niente di nuovo. Sono pratiche “dietro le quinte” presenti in tutte le epoche oscure della storia, utilizzate anche da certe società segrete negli ultimi cent’anni per la programmazione sociale e il controllo mentale, e cresciute fino allo zenith a Hollywood in America nella nostra era… Sono stato personalmente introdotto a tali pratiche nei primi anni 2000. Posso parlarne solo ora perché queste persone, questi dirigenti, sono morti“...

 mel gibson da tutorialGibson conclude che così "a Hollywood i soldi passano di mano, come i favori e le tangenti – non ne avete idea…”.

Sono dichiarazioni di enorme gravità con cui l’attore-regista ammette oggi la sua persistente omertà, e anche facendo la tara a tutto ciò e bollandolo (come certi suoi critici hanno fatto) come “un trumpiano” e “un visionario fondamentalista cristiano” fanno loro indiscutibilmente eco analoghe, molteplici e ripetitive voci pregresse circa aspetti di palese corruzione morale e abusi che da tempo dominano incontrastati la “Mecca del Cinema”.

Non c’è neanche bisogno di dire che si tratta di demenziali pratiche criminali comunemente ma giustamente definite “sataniste” delle quali la parte più “soft”, nota e popolare è quella legata a vari, perversi e pittoreschi rituali di magia sessuale coinvolgenti soggetti più o meno consenzienti, comunemente assimilabili al generico concetto di “orge di gruppo”, di per se sufficienti a creare totale omertà su questo ed altro. Ma dietro c’è ben di più. Anche sul fronte della nutrizione.

Sapete cosa hanno in comune Katy Perry, Meryl Streep, Anderson Cooper e Chelsea Clinton (la figlia del presidente Bill Clinton)? Hanno mangiato carne umana nel famigerato ristorante cannibale di Los Angeles, il Cannibal Club.

Il ristorante privato ha operato a lungo sotto il radar a Los Angeles, con le voci che circolano su chi ha partecipato e ciò che viene veramente servito a porte chiuse. Ora un documento del Cannibal trapelato ha esposto alcuni dei clienti "elitari " del famigerato ristorante.Il cannibalismo è più popolare di quanto potreste pensare...

Meryl Streep, Chelsea Clinton e Anderson Cooper della CNN detengono tutti l'iscrizione al Cannibal Club, secondo il documento. Katy Perry, che in precedenza ha detto che "il cannibalismo è molto più popolare di quanto si possa pensare" e "la carne umana è la carne migliore", ne è anche una regolare commensale.

Vantandosi che il ristorante è "l'avanguardia della cucina sperimentale" e serve "l'élite culturale di Los Angeles", il sito web del Cannibal Club chiarisce che "sono specializzati nella preparazione della carne umana "che proviene da "corpi giovani e sani“.

I cuochi visitanti il Cannibal Club "provengono da tutto il mondo" e vengono a Los Angeles per "praticare il loro mestiere senza compromessi e senza limiti per convenzione", secondo il sito web del Cannibal Club.

"La nostra clientela esclusiva include noti cineasti, intellettuali e celebrità che hanno abbracciato gli ideali illuministici della libera espressione e del razionalismo.

Nelle serate degli eventi, artisti d'avanguardia, celebrati personaggi letterari e musicisti innovativi intrattengono i nostri ospiti. Al Cannibal Club, celebriamo l'eccellenza artistica come naturale ed inevitabile espressione dello spirito umano sfrenato".

Descrivendo ogni piatto come "studio di gusto ed eleganza", la chef de cuisine Sophie LaffitteSophie Laffite (a sx nella foto), spiega: "La carne che serviamo viene selezionata da soggetti giovani e sani. Coerentemente con la pratica del cannibalismo in molte società primitive, consideriamo l'antropofagia come un omaggio ai morti, che rinasce nei corpi dei loro consumatori".

Ma non pensate che si possa semplicemente entrare e prendere posto. Il ristorante è privato e opera una severa politica di controllo, secondo il sito web:

"È necessario per noi operare privatamente e proteggere i nostri membri al fine di evitare interruzioni da parte dei meno illuminati“. “Illuminati”? L’uso di tale termine appare significativo.

Il menu corrente elencato sul sito include Lombata (carne umana, alla griglia), Fegato e Funghi Pirozhi ("una versione russa di pierogie, al forno piuttosto che bollita, con un gustoso ripieno di funghi selvatici e fegato umano") e Lasagne alla placenta ("una lasagna altrimenti tradizionale con uno strato di formaggio sostituito con la placenta tritata in salsa di pomodoro, condita con aglio, cipolla e origano".

 "Ogni volta che un tabù è rotto, qualcosa di buono succede a volte vitalizzante"

Questo è il motto di Cannibal Club, tratto da una citazione di Henry Miller.

Elspeth BlakeElspeth Blake, (foto a sinistra) la proprietaria del Cannibal Club che afferma di aver guadagnato le sue strisce lavorando sotto Vincent Sardi Jr. a New York, non ha immediatamente

risposto alle domande sulla provenienza della carne umana.

Nella sezione FAQ del sito web, Cannibal Club afferma:

"La maggior parte delle aziende e delle istituzioni che ci forniscono preferiscono mantenere tali rapporti discreti. A livello individuale, i corpi ci sono spesso lasciati in eredità. Per alcuni, questo è un modo per integrare l'assicurazione sulla vita e compensare le spese funerarie. Per gli altri, come il membro del Cannibal Club

Gwendoline Fenwich, che è stato servito dai suoi amici e parenti al Club nel gennaio 2008, essere preparato come un pasto e rinascere nei corpi dei vivi, è un'alternativa interessante alle pratiche tradizionali di sepoltura e cremazione“. La rivelazione che le star di Hollywood, le pop star e le ancore della TV via cavo consumano carne umana quando sono a Los Angeles è solo l'ultimo esempio di figure pubbliche esposte come figure oscure che godono delle loro pratiche proibite nell'oscurità. Alla fine del 2017 Jay-Z ha descritto Gesù Cristo come "l'originale delle fake news". Miley Cyrus mtvMiley Cyrus (foto mtv Italia) ha detto "Ave Satana" in diretta radio e ha affermato di avere una relazione più stretta con il diavolo che con il suo "padre terreno", Billy Ray. Rihanna è stata sorpresa a dire ai bambini di Barbados che "se Gesù non ha risposto alle vostre preghiere, provate a pregare Satana".

E’ un fatto che Chelsea Clinton, (foto sotto da newyork post) la figlia dell’ex presidente degli USA, ha significativamente dichiarato ai suoi seguaci di Twitter che il satanismo “è una ‘religione’ che merita rispetto”.  chelsea clinton new york post

Questi fatti stanno suscitando in tutto il mondo il timore che i cosiddetti ‘Illuminati’ siano già passati alla fase successiva del loro piano di dominio, e abbiano iniziato a promuovere apertamente la loro spiritualità oscura di stampo inconfessatamente satanico come una scelta religiosa alternativa ma antispirituale praticabile per quanti sono alla ricerca di una guida.

Aggiungiamo che l’ultima produzione musicale della icona pop mondiale Katy Perry, “Bon Appétit”, (foto sotto da disquisendo-worldpress.com) tratta proprio di tali aspetti cannibalici. Insomma, anche se il suo ultimo video sembra più che altro una forma di denuncia di fatti concreti del genere che non una forma di connivenza, siamo ormai arrivati a vedere pubblicizzati e quasi accettati atti e comportamenti concettualmente impensabili.

bon appetit kate parry da qisquisendo worl presscom

Evidentemente quanto sopra ci autorizza a ritenere che i rumors secondo cui chi fa parte dei summenzionati Potentati Occulti perseguirebbe di norma un sistematico modus operandi illecito e in totale spregio dei valori umani correnti siano assolutamente fondati, e se coloro che lo attuano sono davvero come tutto lascia  intendere gli eredi ultimi dei perversi Nephilim (foto sotto da Segni dal Cielo) con le loro sfumature e ritualità antispirituali di ispirazione satanista non ci sarebbe allora da meravigliarsi più di tanto.

 nephilim da segni dal cielo

A parte le singolari ed entusiastiche suddette dichiarazioni filo-sataniste di Chelsea Clinton, figlia di Hillary e Bill, si ricordi che ultimamente Bill Gates ha sviluppato un progetto tale da fare impallidire il “Grande Fratello” descritto da George Orwell nel suo romanzo ucronico e politico “1984”. Quella di una criptovaluta sostitutiva delle valute correnti collegata agli utenti della Rete mediante un’onda cerebrale o il calore corporeo emessi eseguendo un compito assegnato da un fornitore di server. Guardare una certa pubblicità o utilizzare certi servizi di Internet dovrebbe insomma essere usato nel processo di estrazione di una criptovaluta attraverso i dati relativi raccolti dalle attività corporee dei soggetti i quali in base allo svolgimento di tali attività riceverebbero automaticamente tale criptovaluta. Tutti nel mondo potrebbero essere così virtualmente allacciati a questa sorta di Matrix che non solo garantirebbe una totale monitorizzazione di quanti vi fossero coinvolti, ma anche assegnerebbe criptovalute surroganti le valute convenzionali solo a chi eseguisse attività assegnate e fosse collegato al Sistema, futura base di una nuova ed esclusiva valuta digitale globale utilizzabile per comprare e vendere solo da quanti siano connessi al computer centrale gestito dal Sistema tramite un cellulare o un PC. Trattandosi di Bill Gates ciò non può non collegarsi a ID2020, il suo famigerato progetto di identità digitate basato sul previsto impianto generalizzato di un microchip dermale individuale, finanziato proprio dal padre di Microsoft e dai Rockefeller, altri supporters del Nuovo Ordine Mondiale.

Un sistema che evidentemente renderebbe tutti non solo connessi, ma anche tracciabili, controllabili e totalmente dipendenti. Però l’aspetto più inquietante di questo progetto di criptovaluta che erroneamente i più potrebbero ritenere “conveniente” e dunque necessariamente da utilizzare è il numero di brevetto del progetto: 060606. Che, considerando che lo zero è da ignorare per il suo valore nullo, corrisponde alla cifra 666. Numero diabolico per eccellenza che nell’Apocalisse di San Giovanni corrisponde alla “Bestia” destinata a manifestarsi al tempo dell’Anticristo nel periodo della “Fine dei Giorni”. (immagine sotto da pixabay)

fantasy soldiers

Come dice l’Apostolo nell’ultimo libro della Sacra Bibbia,

“Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.”

Un esponente di primo piano del Nuovo Ordine Mondiale quale Bill Gates ha quindi lanciato l’esca seducente di una moneta digitale globale utilizzabile solo attraverso la tecnica dell’interfaccia neurale e mediante un microchip dermale impiantato a pioggia in tutti gli utenti, così destinati a trasformarsi di fatto in nuovi e completi schiavi di un Sistema perverso che monitorerebbe tutti, annienterebbe ogni privacy ed è liberticida per definizione. Con tali prospettive la dittatura nazista era roba da educande.

A questo punto, vedere per quanto sta succedendo dei collegamenti con la suddetta e inquietante profezia biblica non è dunque nè illegittimo nè fuori luogo.

Però sperare o addirittura credere che il Coronavirus e i perversi e diabolici progetti che certi esponenti del Deep State e del Nuovo Ordine Mondiale stanno evidentemente preparando nel quadro di una pianificata dittatura planetaria, vengano sconfitti dal diretto intervento salvifico di benevolenti alieni che da tempo ci osservano nella evidente e persistente logica del “non intervento” manifestamente rispettosa del libero arbitrio di una cultura planetaria inferiore come la nostra, è però una pia e ingenua illusione.

Anche perché non necessariamente “lassù” sono tutte rose e fiori. La prassi assurta a sistema della violenza, dell’oppressione, dello sfruttamento, della guerra e della morte che le religioni abramitiche ci dicono importata sulla Terra dai tirannici “Nephilim” progenie diretta degli “Angeli Caduti” satanici (si ricordi che il termine ebraico “Satan” = Avversario indica letteralmente uno o più soggetti) sconfitti nei cieli, segregati qui dai loro vincitori celesti e poi accoppiatisi con le donne terrestri è stata nondimeno sostanzialmente accettata come modus vivendi dalla specie umana, è tuttora dominante nel mondo ed è la stessa connotante il Nuovo Ordine Mondiale che oggi, con i loro lontani e tirannici eredi attuali trasformatisi nel tempo da re spietati in monarchi per diritto divino e infine in detentori del potere economico, vuole il completo e incondizionato controllo del pianeta che ci ospita.

In questo caso speranze e preghiere non servono e sono armi spuntate che vanno lasciate a quanti, presi da un esaltato e fuorviante delirio religioso, continuano solo a guardare impotenti a tutto ciò chiudendosi nell’illusione di fideistiche false certezze e in loro stessi. Siamo tutti noi i soli, infatti, che consapevolmente devono e dovranno combattere per contrastare e sconfiggere lucidamente l’incubo di tutto ciò. Solo liberandoci con le nostre mani potremmo diventare interlocutori consapevoli e credibili agli occhi di civiltà extraterrestri superiori che volessero aiutarci, escludendone altre tese a manipolarci con i loro referenti locali caratterizzati da posizioni preminenti.

Il quadro della situazione è abbastanza chiaro. A noi, dunque, agire di conseguenza per quanto nelle nostre possibilità.

Comprendere lo stato delle cose può essere un fardello difficile da sostenere, ma tacere per il timore di sbilanciarsi troppo significherebbe allora essere complici. Pertanto non si può che apprezzare il limpido e lucido “messaggio di sfida” pubblico lanciato online su Twitter alla persona di Bill Gates dalla pronipote del Presidente Eisenhower, Laura Magdlene, (foto Cun Italia)Laura Magdalene Eisenhowercon cui mi sono confrontato sia in occasione del Simposio di San Marino del 2014 da me coordinato per il CUN che durante l’ET EXPO di Hong Kong nel 2019 organizzato da Mrs. Moon Fong.

Naturalmente i critici interessati ce la dipingono come un soggetto “New Age” o credulone o allucinato, ma non è né l’uno né l’altro. E se ha personalmente confermato le varie voci di incontri ufficiali del bisnonno presidente con inviati extraterrestri sia benevoli che malevoli negli anni Cinquanta non possiamo certo ignorarlo, come non possiamo ignorare il fatto che in tutto il mondo a livello di potere sia in effetti in corso una battaglia senza esclusione di colpi.

Oltre a Bill Gates, Laura ha attaccato frontalmente le forze e gli esponenti del Nuovo Ordine Mondiale per crimini contro l’umanità e ha detto loro che nonostante tutto non prevarranno. Dobbiamo solo augurarcelo.

 crimes against humanity title

 Otimizzazione - ricerca contibuti fotografici e collegamenti web Alberto Negri