Un Amico Speciale - Ciao Tino

Tino Testa Sorriso

 

di Alberto Negri

 

Un articolo questo che non avrei mai voluto scrivere…non certamente per “salutare” un grande amico che ha segnato la mia vita come quella di tante persone di mia conoscenza e non, un amico che se n'è andato silenziosamente pochi giorni fa a causa del Covid-19

Era la fine degli anni ’90 quando “conobbi” telefonicamente il Dr. Testa, assieme ai colleghi di Croce Bianca Piacenza ed in particolare al compianto Alberto Casella, ci venne in mente di riproporre come volontari ANPAS all’AUSL di Piacenza, il Servizio di Emergenza Medica territoriale con l’utilizzo di un’Automedica ad integrazione di quella esistente in forza al SSN della città di Piacenza nel periodo estivo, riproporre si… perchè nel 1990 noi di Croce Bianca avevamo “inventato” il SEM, primo Servizio Emergenza Medica italiano elaborato su modello del SAMU Francese, grazie alla collaborazione di Medici Rianimatori ed Infermieri di Reparti di Area Critica degli Ospedali piacentini, che prestavano il loro servizio a fianco dei ns. Volontari (Autisti e Soccorritori) a bordo dell’Alfa 33 il SEM e già allora nel 1990 il Dr. Testa accolse favorevolmente questa iniziativa e ci aiutò nel progetto inviandoci i suoi Medici nei fine settimana dell’estate 1990

Quella telefonata a fine anni ‘90

In un caldo primo pomeriggio di fine primavera chiamai il Reparto di Anestesia dell’Ospedale di Fiorenzuola con un po’ di timore pensando di “disturbare” il primario, a chi mi rispose al telefono mi qualificai e chiesi di parlare con il Dr. Testa Primario del Reparto, una voce pacata e cordiale mi disse: Buon giorno mi dica pure…sono Tino Testa...

Iniziò così… con un dialogo amichevole, il mio cammino con una persona splendida che poi più tardi diverrà il Direttore Sanitario di Croce Bianca Piacenza, una persona che mi/ci ha insegnato la semplicità e la bellezza nei rapporti interpersonali, il rispetto, la correttezza, il “prendersi cura” dell’ammalato nell’espletamento dei nostri servizi di soccorso e nella vita di tutti i giorni, il rispetto delle persone, degli animali e della natura…del Creato

16 Rally Salice Terme Tino e Prof. Styrula due Grandi Personaggi

Sopra Tino Testa ed il Prof. Mario Ireneo Sturla ad un'edizione del Rally di salice Terme 

Quanti turni in automedica sulle gare sportive o in eventi a rischio, quante idee, quanti progetti nati dal nulla come il TVB per le scuole, sempre condivisi assieme e portati avanti con tanti colleghi come Paolo, Laura, l’Ale solo per citarne alcuni... non me ne vogliano quelli che non indico, sono tantissimi…Tino mi prendeva da parte a volte e con un velo di commozione mi diceva: io ho trovato tanti amici qui in Croce Bianca, ma devo dire grazie a tre persone in particolare… si chiamano Paolo, Alby e Ale

Quando assieme a Laura fondiamo nel 2012 Spazio Tesla e iniziamo a dedicarci alla produzione di Congressi di Fisica e Medicina Quantistica chiesi a Tino di partecipare e  mi ricordo che accettò con un po’ di curiosità e tanta amicizia e rispetto per il sottoscritto; quell’interesse scientifico per una medicina che stava emergendo lo affascinava, tanto che ultimamente visibilmente contento di aver arricchito la sua conoscenza mi diceva:… pensa Alby, sto leggendo quello che mi mandi via internet e ho scoperto che due cellule dialogano tra di loro con uno scambio di energia..è bellissimo…

Io gli rispondevo scherzosamente: Tino sei proprio un medico atipico… non sembri neanche un Dottore…

Castello Micheli Testa e io al Galileo 2014

Mi ricorderò sempre un suo intervento ad una conferenza sulle NDE nel marzo del 2014 (foto sopra da sin. Amanda Castello, Fabrizio Micheli, Tino Testa ed io) alla quale avevano partecipato tra gli altri gli amici Prof. Ruggerini ed il Prof. Micheli, un intervento il suo che apriva nuovi scenari alla medicina allopatica in una visione possibilista di una vita oltre la vita; tra le tante belle chiacchierate amichevoli che si facevano assieme a Tino, al prof. Renzo Ruggerini ad al compianto Prof. Giancarlo Carrara, mi ricordo anche le “spigolature” che nascevano con Giancarlo quando affrontavo gli argomenti di “confine” e gli “aiuti” che mi arrivavano da Renzo e Tino che sorridevano e dicevano: dai Giancarlo..quello che non è vero oggi probabilmente sarà vero domani…

La delicatezza nel porsi come Medico quella di Tino, che ricorderò sempre nel momento dell’accompagnamento della malattia di mia madre, che riponeva in quel “Dutur” una fiducia come quella che si prova per un familiare, la fiducia e la serenità di concludere la vita terrena, assieme ad un sorriso come quello di Tino

Abbiamo realizzato un video e devo dire grazie al nostro Roberto “Rasty” Rastellini per la cura del bellissimo montaggio ed alcuni filmati, le immagini arrivano del mio archivio personale e da quello di Croce Bianca Piacenza, la colonna sonora è dell’amico compositore Stefano Gueresi, anch’egli prematuramente scomparso alcuni anni fa

Oggi in queste poche righe che non avrei mai voluto scrivere, credo di aver condensato un periodo della mia vita che mi ha dato la possibilità di trovare un amico che mi ha arricchito di consapevolezza, carità e donato tanto amore…Ciao Tino