Il Caso Eutanasia

legalizzazione eutanasia suicidio assistito valore vita

Stefano Cozzaglio di Stefano Cozzaglio

Alla ricerca dei possibili perché  la politica e la burocrazia intendano mettersi a codificare  un campo di così grande impatto sulla vita dell’individuo

 

Il cercare di formulare un parere su di un argomento come l’eutanasia è indubbiamente un compito molto complesso sia per la difficoltà di valutazione dei dati di partenza, sia per l’eventuale danno che un giudizio poco soppesato potrebbe generare sui lettori. 

Al fine di giustificare le mie seguenti scelte desidero anticipare che, esclusivamente a parere personale, ritengo che esistano un’infinità di situazioni, molto diverse tra di loro, nelle quali ci si può trovare davanti ad una decisione di questo tipo, senza per altro riuscire a trovare un filo di ragionamento comune alle varie scelte adottate.

Capita infatti che persone trovandosi nelle medesime condizioni reagiscano in maniera tutt’affatto differente, impedendoci di individuare una riconosciuta posizione critica che ci permetta di stabilire dei limiti

Parlamento ItalianoPerché allora, in questo clima di incertezza e di confusione, i politici si ostinano a volere burocratizzare a priori anche il momento della morte ?

Più che il prendere parte per uno o per l’altro schieramento, mi ha colpito questo delirio di onnipotenza della legislazione che desidera inventare e fare rispettare delle norme prestabilite in ambiti che dovrebbero essere sottoposti solo alla decisione del malato, dei suoi parenti e del suo staff curante.

Guardando i fatti con la malizia, che sicuramente tutti i politici devono possedere, sono arrivato alle seguenti ipotesi, tutte ovviamente da verificare.

Per prima cosa bisogna notare che il problema è stato improvvisamente riportato all’attualità delle discussioni dal Partito Radicale. Perché ?

Io, forse mal fidente, non posso non notare che l’argomento ha riportato immediata visibilità ad una componente politica che ne ultimi tempi non riusciva a figurare molto appariscente, sia per l’esiguità dei suoi aderenti, sia per modi ed i temi da essa preferiti  

E’ stata quindi solo una oculata scelta di rilancio politico o si tratta anche di altro ?

Le motivazioni della fazione pro eutanasia li presentano come fautori di un’ ulteriore liberalizzazione dei comportamenti dell’individuo, ma siamo veramente sicuri che non ci siano anche altre ragioni ?

Medico e pazienteUna di queste potrebbe ad esempio essere quella del costo sociale del mantenimento in vita aiutata dei malati non autosufficienti. E questa non è solo una mia idea, come si può constatare dai vari interventi che le istituzioni stanno attuando in campo sanitario per prevenire le malattie prima che si presentino e quindi arginare il costo sociale delle loro cure.

Dalla parte opposta troviamo schierata la Chiesa Cattolica che da sempre ha indicato ai suoi fedeli quali norme seguire anche in questo campo e non permette che altri ( vedi lo Stato ) si inseriscano.

Ma anche questa posizione di grande salvaguardia può essere appoggiata da alleati scomodi come le industrie chimiche farmaceutiche e di materiali ospedalieri che vedrebbero ridursi un mercato nel quale loro sono in posizione di predominio commerciale. 

Eutanasia 1024x710

Dobbiamo anche tenere presente il modo di comportarsi del personale sanitario al quale viene ridotta la capacità di interrelazione con il paziente ed i suoi familiari, perché costretto ad ottemperare a regole scritte, magari anche in contrasto con la situazione contingente ed il suo personale giudizio.    

Detto tutto ciò , capisco di non essere riuscito a dare un parere personale esaustivo, anche per le ragioni che ho evidenziato all’inizio, ma vedo una grossa difficoltà per l’uomo moderno, che ha perso la capacità di risolvere in modo critico le fasi della propria vita, di potere arrivare alla propria morte fornito di una visione filosofica soddisfacente e quindi di poter morire in pace con se stesso e con gli altri.

 

 Immagini da: Il Messaggero, Non sprecare.it, Associazionelucacoscioni